Cos'è il GPL



Con l'acronimo G.P.L. (che significa "gas di petrolio liquefatti") vengono indicati quegli idrocarburi gassosi a temperatura ordinaria, che, sottoposti a basse pressioni, diventano liquidi e pertanto possono essere manipolati, stoccati e trasportati.

Sono essenzialmente idrocarburi costituiti da molecole contenenti 3 o 4 atomi di carbonio, propano, butano e derivati, con piccole frazioni di idrocarburi costituiti da molecole contenenti 2 o 5 atomi di carbonio, etano, pentano e derivati.

l'energia pulita del GPL

Le sue molteplici applicazioni

L'impiego del gas GPL negli ambienti civili, industriali, agricoli e floricoli è sempre più diffuso e va dall'uso civile per la cottura dei cibi alla produzione di calore ed acqua calda sanitaria, all'uso industriale, agricolo e floricolo per tutte le attività per le quali è necessario il calore.

Lo sviluppo nell'ambiente civile è ancora in atto: crescono infatti gli impianti canalizzati per i paesi e le frazioni dell'entroterra, mentre gli impianti centralizzati in residence e condomini hanno raggiunto ormai un numero considerevole.

Le caratteristiche del GPL, che lo fanno preferire ad altre fonti energetiche, possono esserecosì schematizzate:
  • facilità di trasporto e distribuzione;
  • possibilità di stoccarlo in serbatoi installabili anche in posti disagiati;
  • elevato rendimento calorico;
  • pluralità e varietà dei sui impieghi, come: riscaldamento, produzione di acqua calda sanitaria, cottura dei cibi e condizionamento dell'aria.